Cairese – Ceriale 2-1

Home/mitragliate/Cairese – Ceriale 2-1

Cairese – Ceriale 2-1

CAIRESE – CERIALE 2-1

GIRIBALDI 6.5
Vista la quantità di acqua e neve scesa sul Rizzo, per una domenica si è ritrovato a fare il portiere del Settebello trovandosi attento soprattutto ai rimbalzi maligni che faceva il pallone appena toccava il terreno.
Incolpevole sul gol del Ceriale.
TEMPESTI
NONNIS 6
Farsi vedere dal guardalinee mentre si da un calcio ad un avversario è come per un orso farsi beccare dalle api mentre infila la mano nell’alveare per fregare del miele.
Il cartellino rosso è sacrosanto e rovina per di più una prestazione buona messa in campo fino a quel momento è soprattutto gli fa saltare il big match col Pietra.
ORSO YOGHI
COCITO 7
Non ci sono più aggettivi per descrivere il leone gialloblù. L’unico neo è questo benedetto gol che tarda ad arrivare ma noi siamo fiduciosi.
IL RE DELLA SAVANA
PRATO 6.5
fino al momento dell’uscita per infortunio conferma la prestazione di Taggia. Quando il dolore si presenta anche un leone come lui deve arrendersi.
LOTTATORE
PIZZOLATO 6.5
Torna in campo dopo un mese e lo fa in una delle partite più difficili a causa del terreno di gioco ma queste sono le condizioni in cui si esalta dando prova della sua grinta e forza.
TERMINATOR
SPOZIO 6.5
In una partita dove le condizioni meteo e, conseguentemente, del terreno di gioco incidono, lui si fa trovare pronto anche se in alcune fasi commette qualche errore.
Da applausi la facilità con la quale trova Daddi da calcio d’angolo per il gol del vantaggio.
IL LUPO PERDE IL PELO NON IL VIZIO
FERRARO 7
Tornato nel suo ruolo originale, gioca una partita gagliarda nella quale non tira mai indietro la gamba facendo dimenticare al pubblico del Rizzo l’assenza di Pereyra.
PICCOLI PITBULL CRESCONO
CANAPARO 7
Lo dicevamo nel periodo in cui non stava giocando bene che il vero Canaparo sarebbe tornato e bisogna dare atto che sta tornando a quella forma di inizio stagione che tanto aveva incantato il tifo gialloblù.
Ora manca il ritorno alla rete ma siamo certi che è solo una questione di tempo.
RITORNO AL FUTURO
TORRA 6.5
Torna alla rete in campionato dopo un periodo di alti e bassi confermato anche in occasione di questa partita poiché oltre al gol c’è un continuo litigare con il pallone dovuto anche al terreno non proprio adatto al suo tipo di gioco.
ONDA SU ONDA
BALBO 6.5
Dopo l’opaca prestazione di Taggia, si riscatta con una buonissima prestazione alla quale è solo mancata la rete.
Diverte e si diverte sia in campo che fuori.
UNA PALLOTTOLA SPUNTATA
DADDI 7.5
Per la terza volta segna al volo da calcio d’angolo di Spozio. Diciotto reti in diciassette partite. Numeri che sottolineano in maniera positiva la stagione dell’attaccante gialloblù.
MATADOR
MARENCO 6
Entra nel secondo tempo al posto di Prato e lo fa giocando una buona partita.
L’unica cosa che gli si può appuntare è il continuo scivolare dovuto anche ad un terreno di gioco avverso all’equilibrio.
ROBERTO BOLLE
OLIVIERI 6
Entrato per sopperire all’espulsione di Nonnis, riesce a portare ordine in un momento in cui si rischiava di mandare alle ortiche quanto fatto fino a quel momento.
IL NORMALIZZATORE
PANUCCI 6
Entra nel finale al posto di Ferraro con il compito di tenere il pallone e far salire la squadra riuscendo nel compito assegnatogli.
L’ALUNNO
GRABINSKI 10
Sicuramente l’oscar della sfortuna di domenica va all’argentino visto che per ben due volte (prima per l’espulsione di Nonnis poi con l’infortunio di Ferraro) ha dovuto lasciare spazio ad un suo compagno per entrare in campo.
Speriamo solo che per evitare di nuovo questa cosa non imbracci in fucile per sparare ai suoi compagni in panchina.
CALIMERO
PODESTÀ 6.5
Torna alla vittoria dopo lo stop di Taggia e lo fa con una vittoria di carattere nonostante l’espulsione e le due uscite per infortunio.
L’Enterprise della Cairese vira verso l’obiettivo dell’Eccellenza.
SPOCK
By | 2017-02-10T00:23:55+00:00 febbraio 9th, 2017|mitragliate|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment